Lo psicologo è  un professionista che ha conseguito una laurea quinquennale in Psicologia e l’Esame di Stato, che consente l’iscrizione all’Ordine degli Psicologi, che abilita alla professione.

Lo Psicologo è formato e preparato per il primo ascolto, valutazione, diagnosi, orientamento e supporto, riguardo a tutti i disagi e disturbi psicologici, ed è la principale figura di riferimento per tutti coloro che vedono compromessa la propria salute psicologica.

Lo psicologo, dopo l’ analisi del problema e tutti gli accertamenti del caso, può intervenire direttamente tramite tecniche di consulenza o indirizzate miratamente verso i professionisti specialisti più adatti, come nel caso della psicoterapia per i disturbi psichici, che necessitano di questo trattamento.

Lo Psicologo opera sia nel settore privato (come libero professionista o esercitando in strutture private e/o convenzionate), che nel settore pubblico (ASL, servizi socio-sanitari dei Comuni, Province, Regioni ed altri Enti locali) e applica le sue conoscenze in molti ambiti: clinico, scolastico, familiare, lavorativo, della comunicazione, ecc.

A differenza della stereotipata immagine di “strizzacervelli” e di “medico dei matti”, lo Psicologo si occupa più in generale della salute dell’individuo, della coppia, della famiglia, delle organizzazioni, lavorando in termini di attivazione delle risorse, sviluppo delle potenzialità, prevenzione del disagio

Le competenze dello psicologo riguardano varie aree del ciclo di vita degli individui. Dalla consulenza, ai colloqui di sostegno, all’uso dei test, alla informazione, la formazione e gestione delle risorse umane, ai gruppi di sostegno, psicoeducativi, alla didattica, e alla prevenzione e promozione della salute in ambito scolastico.

In realtà andare dallo Psicologo non vuol dire essere “svitati”, o “diversi”, ma, al contrario, significa prendersi cura della propria salute mentale, che va di pari passo con quella fisica, migliorando notevolmente la qualità totale della propria esistenza.

Lo Psicologo è la figura di riferimento professionale per tutti coloro che desiderano monitorare e migliorare il proprio benessere psicologico, potendo essere di aiuto nell’ottimizzazione della qualità della vita, nel supporto alle normali crisi di crescita o nell’adattamento agli eventi più significativi (ingresso scolastico, matrimonio, gravidanza, lutto etc.).
Si possono rivolgere allo Psicologo le persone che desiderano ridurre lo stress relativo alla dimensione lavorativa, comprendere e risolvere i normali conflitti relazionali; inoltre tutti coloro che vogliono aumentare generalmente il senso di consapevolezza riguardo alla loro vita e alla realizzazione di se stessi.
Lo Psicologo può essere di aiuto, inoltre, ad imprenditori e aziende per le problematiche relazionali e organizzative e per la migliore gestione dei gruppi.
Un altro ambito di competenza è l’applicazione nello sport e nella preparazione psicofisica degli atleti.

Un supporto psicologico può essere utile per una crisi temporanea, per favorire una crescita interiore personale, per delle esigenze di orientamento, per raggiungere una maggiore e migliore consapevolezza di sé, degli altri e del proprio contesto familiare, sentimentale, sociale, lavorativo o scolastico.

Per tutti questi motivi allo Psicologo si possono rivolgere singoli cittadini, servizi sociali, scuole, cooperative sociali, consultori familiari, tribunali, istituti bancari, istituti di pena, istituti di ricerca, studi legali, gruppi sportivi etc.

È lo Psicologo che deve diplomarsi presso una Scuola di Specializzazione (Universitaria o Privata) riconosciuta dal Ministero competente (Miur), la cui durata è di almeno quattro anni.

Gli Psicoterapeuti possono svolgere attività di Psicoterapia, cioè Terapia Psicologica.
Lo Psicologo-Psicoterapeuta non prescrive farmaci, ma utilizza come strumenti la relazione, l’ascolto e la parola, naturalmente secondo specifiche tecniche basate sulle teorie fondamentali alle quali fa riferimento il professionista.
Lo psicologo o medico che ha frequentato una scuola di specializzazione quadriennale post laurea, ottiene la qualifica di psicoterapeuta, nella relativa branca teorica di appartenenza ed ha facoltà di esercitare l’attività terapeutica solo dopo l’iscrizione all’albo degli psicoterapeuti della propria regione.

La psicoterapia è una branca specialistica della psicologia che si occupa della cura di disturbi psicopatologici di diversa gravità che vanno dal modesto disadattamento all’alienazione profonda e possono manifestarsi in sintomi tali da nuocere al benessere di una persona fino ad ostacolarne lo sviluppo causando fattiva disabilità.

Numerose sono anche le pratiche psicoterapeutiche, sebbene ristrette in un più limitato numero di indirizzi teorici: psicoanalitico/psicodinamico, rogersiano, sistemico-relazionale, cognitivo-comportamentale, eccetera, ciascuno dei quali si è differenziato in scuole e metodologie diverse.

La psicoterapia, come spazio di esplorazione dentro se stessi, può essere un importante strumento di conoscenza delle proprie potenzialità. Le risorse di cui disponiamo spesso non sono utilizzate al meglio per una varietà di motivi, a volte si possono presentare delle aree inibite, dei conflitti o un’impulsività che limita la qualità della vita.

Il percorso terapeutico necessita di una forte motivazione da parte del paziente che investe tempo, denaro ed energie per raggiungere una migliore qualità della vita.

Lo psichiatra è un medico con specializzazione quadriennale in psichiatria,  a cui compete l’intervento psicofarmacologico affiancato da colloqui, nella cura delle malattie mentali, ma senza specifiche competenze psicologiche.

Solo se ha conseguito la specializzazione quadriennale in psicoterapia

Nessuna altro. Solo lo Psicologo ed il medico.

 

Grazie alla Dott.ssa Favalli per le risposte esurienti e complete.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGI LE ALTRE INTERVISTE CLICCANDO SULLE IMMAGINI