CHE COSA SONO I FIORI DI BACH?

risponde alle domande la Dott.ssa Fiammetta Favalli

sito fiori di bach-1

 

Qual è il principio di base di Eduard Bach?

L’aiuto mediante le essenze dei fiori selvatici ha come principio di base che corpo, mente e spirito sono strettamente collegati fra loro. Da questa concezione deriva l’idea che salute e benessere dipendono dall’equilibrio dinamico di queste tre componenti, mentre qualsiasi alterazione sia, potenzialmente, causa di malattia.

A cosa attribuiva importanza Bach?

Attribuiva grande importanza allo stato di salute mentale della persona, ritenendo che una condizione psichica disturbata potesse costituire un terreno favorevole per l’insorgenza della malattia. Era convinto (la psicosomatica lo ha oggi confermato) che le emozioni negative condizionano i pensieri ed anche il corpo, indebolendo il sistema immunitario al punto da rendere tutto l’organismo più esposto alle malattie.

Che cos’è’ la malattia secondo il medico inglese?

La malattia, secondo E. Bach, doveva essere interpretata come segnale di un disagio psicologico profondo che si esprimeva sotto forma di uno o più sintomi in questo o in  quell’organo.

Avendo, inoltre, osservato che una medesima terapia non sempre riesce a curare gli stessi identici sintomi in pazienti diversi ed avendo accertato che una stessa causa scatenante (ad esempio uno shock profondo) può originare disturbi fisici assai diversi tra loro, giunse alla conclusione che non è tanto il sintomo a dover essere trattato, quanto lo stato psicologico (causa) che l’ha determinato.

Come agiscono i fiori di Bach?

Per comprendere come agiscano  è innanzitutto necessario partire dal  concetto secondo il quale ogni cosa vivente è infusa di energia, o forza vitale. Non è possibile vedere né toccare tale energia ma, come l’aria che si respira, è indispensabile per la vita.

Il potere curativo dei fiori è contenuto nelle loro particolari qualità energetiche o vibrazionali.

La struttura energetica di ogni fiore è unica, così come uniche sono le sue caratteristiche.

L’essenza floreale contiene esclusivamente l’energia del fiore.

Dove agiscono i fiori di Bach?

Come tutte le entità viventi, anche l’uomo è infuso di energia. Un’energia che permea ogni parte del suo essere e la cui abbondanza va di pari passo con lo stato di salute e il livello di vitalità.

Per questo motivo è fondamentale trattare ogni individuo come un essere unico, cercare di conoscerlo più a fondo per tentare di comprendere la causa del disturbo o della malattia.

Il bello delle essenze floreali è che aiutano a diventare consapevoli della presenza nel proprio essere di elementi che minano il personale senso di benessere.

Le essenze floreali lavorano con l’individuo, gli permettono di vedere gli squilibri che sono dentro di lui e, infondendogli energia, gli permettono di liberarsi di ciò che gli impedisce di essere felice.

Quando possono portare giovamento?

I Fiori di Bach possono portare giovamento in tutti quei casi in cui gli stati d’animo non sono buoni, per esempio dalla timidezza o irritabilità, fino alla depressione o attacchi di panico, inclusi quei casi in cui tensioni emotive o stress possono dare origine a problemi come sudore alle mani, difficoltà di concentrazione, insonnia, tensioni muscolo-tensive, ecc…

E’ possibile farne uso quando non si ha un buon rapporto con il cibo?

Cambiare il modo di alimentarsi significa agire sul nostro stato emozionale ed è sempre difficile rinunciare a quei sapori che per il nostro corpo sono “la cura” per le disarmonie presenti.

Il cambiamento è faticoso ed, durante il percorso, l’aiuto dei fiori di Bach è un sostegno valido.

Ed in menopausa?

Certamente si!

Anche la menopausa è un periodo della vita della donna in cui avvengono importanti cambiamenti e si possono verificare sbalzi d’umore, irritabilità, insonnia ecc…

Quali sono gli effetti collaterali?

I Fiori di Bach non interferiscono con i farmaci tradizionali o con quelli omeopatici, e non provocano effetti indesiderati.

Chi può farne uso?

Adulti,bambini, anziani, adolescenti, donne in gravidanza, possono farne uso sicuro. Addirittura si somministrano con successo a piante e animali.

Come e quando farne uso?

La cura con i fiori si occupa della persona con i suoi disagi, le emozioni, le difficoltà che si trova ad affrontare in un dato momento della vita.

Solo avendo una profonda conoscenza, possibile mediante una consulenza psicologica e/o psicoterapia, di almeno una parte di questi problematiche sarà possibile preparare una miscela veramente personale.

Il sintomo, infatti, è solo un aspetto, ma non dice molto della persona che lo manifesta, delle cause, delle situazioni scatenanti.

Di solito suggerisco l’uso di una miscela dei fiori di Bach durante un percorso psicoterapeutico, inoltre, se e quando è necessario, propongo di modificare la miscela o di usarne una nuova o anche la sospensione momentanea.

.

Grazie alla Dott.ssa Fiammetta Favalli per le risposte 

.

 

 

 

LEGGI LE ALTRE INTERVISTE CLICCANDO SULLE IMMAGINI