Come agisce il Training Autogeno

Il Training Autogeno agisce sia a livello psicologico che fisiologico.

Praticando il Training Autogeno  i muscolifortemente influenzati dagli effetti negativi  dello stress e della tensione psichica, fino a sviluppare condizioni di contrattura cronica, si decontraggono gradualmente e ritrovano progressivamente il loro normale tono.

Anche il Sistema Endocrino, che ha un ruolo centrale nella regolazione fisiologica del tono dell’umore, trae giovamento dalla pratica del Training Autogeno. Ad esempio un effetto può essere  un minor rilascio di adrenalina nel sangue.

Consulenza Skype

 Apprendimento e concetti di base

Nel Training Autogeno inizialmente il cliente impara le posizioni base (o sdraiato o seduto).

Gli esercizi sono sei e si focalizzano su sei distretti fisiologici: muscolare, vascolare, cardiaco, respiratorio, addominale e cefalico.

Si possono inserire esercizi personalizzati, per risolvere problemi ricorrenti che derivano da ansie, paure specifiche, anche di natura fobica.

Applicazioni terapeutiche

Il Training Autogeno combatte gli effetti negativi dello stress.

E’  indicato per chi soffre di ansia, attacchi di panico e per chi deve sostenere ritmi di vita molto stressanti, anche se tutti possono trarre notevoli benefici dal praticarlo.

Gli effetti del Training Autogeno sul’ organismo consentono di mutare il tono dell’umore, intervenendo sugli stati emotivi e sul’ ansia in particolare, favorendo un sempre maggiore grado di distensione, benessere ed equilibrio psicosomatico.

 

 

In Psicoterapia

Il Training Autogeno è utilizzato nel trattamento di:

disturbi d’ansia,

disturbo d’attacco di panico,

fobie,

disturbi del comportamento alimentare,

insonnia,

balbuzie,

disturbi della sessualità.

ma anche in caso di:

gastrite, colon irritabile, stitichezza, colecistopatie, tachicardia, cefalea vasomotoria, dismennorea, ipereccitabilità neuro muscolare, tic, disturbi della pelle (eczemi, orticaria, psoriasi, alopecia, pruriti), iperidrosi ( sudorazione eccessiva ) ed asma.

Sempre in ambito clinico dagli anni ’60 la metodica è utilizzata nella preparazione psicofisica al parto.

 

Nel mondo del lavoro

  • Favorisce il recupero rapido delle energie psico-fisiche;
  • riduce l’aggressività;
  • stimola l’iniziativa personale;
  • riattiva la capacità di adattamento alla realtà e la capacità di risposta agli eventi stressanti;
  • contribuisce alla riduzione dei rischi da infortunio.

 

In ambito educativo

  • riduce stati d’ansia ed emotività;
  • aumenta la capacità di concentrazione e di memorizzazione.

 

Nel mondo dello sport

Il Training Autogeno aiuta lo sportivo a dare il meglio di sé, a migliorare le prestazioni e gestire e superare l’ansia pre-gara.

 

 

Grazie  alla Dott.ssa Fiammetta Favalli  per le informazioni